Fari supplementari

10. 11. 2015 Off By admin

Dispositivi atti all’illuminazione

I fari supplementari anteriori sono stati oggetto di discussione in quanto argomento complesso a livello legislativo.
É possibile montare fari fendinebbia anteriori supplementari sulla propria vettura? Quando possono essere attivati? Cosa dice la legge in merito?In concreto, i maggiori utilizzatori dei fari anteriori supplementari sono i proprietari di Moto,
Fuoristrada e autovetture 4×4 che necessitato di maggior illuminazione per le attivit? fuori dalle strade illuminate. In rete si trovano diversi modelli di fari e anche alcuni tutorial per il montaggio fai da te.
In ogni caso prima di installare i fari anteriori supplementari, di qualsiasi marca o modello, sul proprio automezzo ? bene informarsi sulla necessit? di omologazione e sulle relative leggi in merito nel proprio paese.
In Italia, l’omologazione ? obbligatoria per qualsiasi cosa non sia montata sull’auto al momento dell’acquisto, ma per l’utilizzo dei fari bisogna vedere la legislazione.
Il Codice della Strada (art. 51 comma C) descrive i fendinebbia anteriori come “Dispositivi atti a
migliorare l’illuminazione della strada in caso di nebbia, caduta di neve, pioggia o nuvole di
polvere” mentre all’articolo 153 comma 2 si parla dell’accensione diurna in questi termini ““Di
giorno, in caso di nebbia, fumo, foschia, nevicata in atto o pioggia intensa, i proiettori anabbaglianti
e quelli di profondit? possono essere sostituiti dai proiettori fendinebbia anteriori”.
In buona sostanza, il Codice della Strada prima e la Corte di Cassazione (sentenza n.534 del
15.10.2010) autorizzano all’uso di fari fendinebbia e anabbaglianti in caso di guida notturna e di
scarsa visibilit? diurna dovuta a diverse cause.