Aprire una società all’estero: cosa considerare

Aprire una società all’estero: cosa considerare

30. 12. 2019 Off Di admin

Come ben sapete se state leggendo dall’Italia, il nostro sistema fiscale è uno dei più intricati e pesanti d’Europa. Se siete incappati in questo articolo perchè state pensando di crearvi un percorso lavorativo all’estero, sia come liberi professionisti o come imprenditori, sappiate che in molti considerano questa possibilità. Costituire una società all’estero infatti, soprattutto in nazioni geograficamente vicine, viene considerata sia in caso di trasferimenti di società già esistenti che per l’apertura di nuove. In particolare vi è stata una vera e propria esplosione culturale che porta sempre più persone italiane a voler aprire partita iva Slovenia.

Perchè aprire partita iva Slovenia

Vista la situazione fiscale italiana non stupisce sapere che moltissime nazioni offrono un regime fiscalmente più snello e più conveniente rispetto al nostro. Questo è il primo motivo per il quale in moltissimi considerano il trasferimento all’estero come un’occasione concreta e seriamente valutabile.

I vantaggi di aprire partita iva in Slovenia
Partita IVA e società in Slovenia

Aprire partita iva Slovenia, in particolare, significa rapportarsi con un sistema fiscale più agevole, mercati in continua crescita e senza rinunciare alla vicinanza geografica. In moltissimi scelgono infatti di aprire partita iva Slovenia senza nemmeno trasferirsi dall’altro lato del confine ma scegliendo la via del pendolare. La Slovenia inoltre sta diventando protagonista di uno sviluppo economico molto rapido che richiede costantemente nuova manodopera, risorse preparate e nuove idee o le competenze per sviluppare quelle già in atto.

Aprire partita iva in Slovenia significa non aver più niente a che fare con il fisco italiano?

Ovviamente no e se speravate in una risposta diversa ci dispiace moltissimo deludervi. Possiamo aprire una o più società all’estero, compresa la succitata apertura di partita iva Slovenia ma non possiamo esimerci dal pagare le tasse a meno di incorrere in un reato fiscale. Innanzitutto per aprire partita iva Slovenia senza incorrere in problemi giudiziari con lo Stato Italiano devono sussistere due condizioni fondamentali. Vediamo quali.

Aprire partita iva in Slovenia significa non aver più niente a che fare con il fisco italiano?

La sede amministrativa societaria:

la sede amministrativa della nuova società per la quale volete aprire partita iva Slovenia deve esservi fisicamente localizzata. Questo significa che deve esserci una sede fisica riconoscibile come un luogo raggiungibile e all’interno della quale operano gli attori che pagheranno poi le tasse nello stato ospitante.

Attività dell’azienda:

l’attività dell’azienda per la quale si è aperta partita iva in Slovenia dovrà effettivamente svolgersi nel paese che ne ospita la sede.

Un esempio che potrebbe esservi familiare è quello degli e-commerce che operano in Italia ma hanno sede estera. Si tratta di casi non regolari: se infatti decidiamo di aprire partita iva Slovenia perchè vogliamo creare un e-commerce per la vendita di qualsiasi tipo di prodotto, è bene che questa vendita sia rivolta al mercato sloveno. 

Di base basta seguire questo assunto che semplifichiamo moltissimo per comodità: l’imprenditore italiano che vuole aprire partita iva all’estero può farlo tranquillamente ma deve operare entro i confini della sede legale. Aprire partita iva all’estero per operare in Italia è una forma di evasione che viene monitorata e perseguita legalmente.

I vantaggi di aprire partita iva in Slovenia

Come già accennato uno dei motivi principali perchè si sceglie di aprire partita iva in Slovenia è la prossimità geografica. Ma non sono solamente gli italiani a voler investire con il loro lavoro in questa nazione. Moltissimi professionisti ed aziende decidono di concentrasi Slovenia anche per il suo sistema fiscale molto flessibile e conveniente. Ovviamente noi ci soffermiamo sulle differenze con l’Italia per comprendere meglio la situazione quindi, ecco un beve elenco dei vantaggi:

  • Tassazione del solo 4% sul utile: a differenza di quella ben più alta Italia che rende la situazione fiscale quasi un “dover lavorare per pagare le tasse e senza aver niente in tasca”.
  • Non ci sono i studi di settore: un altro vantaggio che ci rende più liberi dal punto di vista burocratico.
  • L’avvio in 24 ore: l’apertura della partita iva e l’avvio di una nuova società ricbiede pochi passaggi, limitabili a quest’arco temporale.
  • Costituzione senza capitale sociale: questo non ha bisogno di spiegazioni. Poter investire solo sulle proprie risorse senza dover necessariamente avere un fondo capitale di qualsiasi dimensione permette una notevole libertà operativa.

Se non siete ancora convinti delle grandi opportunità che si presentano aprendo partita iva in Slovenia (https://protax.it) potrete, tramite una veloce ricerca on-line, scoprire tantissime case history di successo di altri imprenditori o liberi professionisti che hanno scelto questa strada.

Articoli nella stessa categoria: